giovedì 29 maggio 2008

Nell'attendere

«Poi lo immagino tornare indietro piano. Lungo il mare, verso Glasthule. Ridendo a crepapelle della follia del mondo. Ridendo. Ridendo sempre.»

(Joseph O'Connor, Quell'incredibile inverno del '75, 2000)

martedì 27 maggio 2008

Lo spirito del tempo

«Quest'anno, c'è una cosa che trovo strana. Nessuno di quei giovani ha ancora fondato una rivista.»

(Raymond Queneau, Gli ultimi giorni, 1936)

Per un saluto. E altri demoni

«Amore è desiderio di conoscenza.»

(Cesare Pavese)


«Un giorno ho preso una margherita ed ho fatto "m'ama o non m'ama"... la prima volta è venuto m'ama, allora mi ama, ma la seconda è venuto non m'ama, ma non mi sono preoccupato... anche le margherite possono mentire!»

(Jim Morrison)


«È tutto un problema che noi siamo cariche affettive che vanno e girano e s’attaccano senza possibilità di spiegazione.»


(Pier Vittorio Tondelli, Pao Pao, 1982)

Necessario e sufficiente

«There is love to be made,
so just stay here for this while».

(da Public Pervert, Interpol, 2004)

lunedì 26 maggio 2008

Finire il discorso

«È il destino inevitabile del sentimentale. Tutte le sue opinioni mutano e si trasformano in quelle opposte al primo tocco della realtà.»

(George Orwell, La strada di Wigan Pier, 1937)

«L'illusione più pericolosa è quella che esista soltanto un'unica realtà.»

(Paul Watzlawick, La realtà delle realtà, 1976)

domenica 25 maggio 2008

Per un romanticismo concreto ma con fantasia

«E comprendevo l'impossibilità contro la quale urta l'amore. Noi ci figuriamo che esso abbia come oggetto un essere che può star coricato davanti a noi, chiuso in un corpo. Ahime! l'amore è l'estensione di tale essere a tutti i punti dello spazio e del tempo che ha occupati e occuperà. Se non possediamo il suo contatto con il tale luogo, con la tale ora, noi non lo possediamo. Ma tutti quei punti non possiamo toccarli. Forse, se ci venissero indicati, potremmo arrivare sino ad essi; ma noi procediamo a tentoni senza trovarli. Di qui la diffidenza, la gelosia, le persecuzioni. Perdiamo un tempo prezioso su di una pista assurda, e passiamo senz'accorgercene accanto alla verità»
(Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto - La prigioniera, 1923)

«I took my love down to Violet Hill,
there we sat in snow.
All that time she was silent still.

So if you love me,
won't you let me know?»
(da Violet Hill, Coldplay, 2008)

«C'è un verso di Dante nel Purgatorio  (XVII, 25) che dice: «Poi piovve dentro a l'alta fantasia». La mia conferenza di stasera partirà da questa constatazione: la fantasia è un posto dove ci piove dentro.»

(Italo Calvino, Le lezioni americane, 1988)

sabato 24 maggio 2008

Pensando ad un romanticismo materico (miscellanea)

«Don't mistake coincidence for fate.»
(Mr. Eko in Lost)

«Ciascuno chiama idee chiare quelle che hanno lo stesso grado di confusione delle sue.»
(Marcel Proust)

«Due amici in silenzio a volte dicono di più che con mille parole.»
(Sergio Bambarén, Serena, 2001)

Pappamolle

«I know I'm dead on the surface
but I am screaming underneath»
(da Amsterdam, Coldplay, 2002)

mercoledì 21 maggio 2008

L'amata debolezza

«Il mio undicesimo figlio è gracile, certo è il più debole di tutti; ma la sua debolezza inganna, perché a volte sa esser forte e risoluto; ma anche allora la sua debolezza è in qualche modo determinante. Non è però una debolezza di cui s'abbia a vergognare, ma qualcosa che sembra tale soltanto su questa nostra terra. Non è per esempio anche la disposizione al volo la debolezza, trattandosi di un vacillare incerto, di uno svolazzare a caso? Qualcosa di simile appare nel mio figliuolo. Il padre, di tali qualità non può certo rallegrarsi, perché tendono evidentemente alla disgregazione della famiglia. A volte mi guarda quasi mi volesse dire: Ti prenderò con me, babbo. Ed io, penso allora: Saresti l'ultimo a cui mi affiderei. E il suo sguardo sembra rispondere: Ebbene, ch'io sia almeno l'ultimo.»


(Franz Kafka, Undici figli, 1917)

Ripescaggi

«Tutto quello che so è che, per un'ora, camminammo avanti e indietro come due giovani innamorati, ancora nervosi, ancora intimiditi. E tuttavia io sentivo che quello era solo l'inizio e che da allora in poi la mia vita non sarebbe stata più vuota e triste, ma ricca e piena di speranza per entrambi.»

(Fred Uhlmann, L'amico ritrovato, 1971)

martedì 20 maggio 2008

Ognuno a modo suo

«Alcuni dicono che la pioggia è brutta, ma non sanno che permette di girare a testa alta con il viso coperto dalle lacrime.»
(Jim Morrison)

«Solo nella massa l'uomo può essere liberato dal timore d'essere toccato.»
(Elias Canetti, Massa e Potere, 1960)

Un'operazione di marketing

«Oggi la libertà sessuale della maggioranza è in realtà una convenzione, un obbligo, un dovere sociale, un'ansia sociale, una caratteristica irrinunciabile della qualità di vita del consumatore».

(Pier Paolo Pasolini, "Sono contro l'aborto", Corriere della Sera, 1975)

lunedì 19 maggio 2008

Giusto per capire

«Il signor Palomar decide che d'ora in poi farà come se fosse morto, per vedere come va il mondo senza di lui. Da un po' di tempo s'è accorto che tra lui e il mondo le cose non vanno più come prima; se prima s'aspettassero qualcosa l'uno dall'altro, lui e il mondo, adesso non ricorda più cosa ci fosse da aspettarsi, in male o in bene, né perché questa attesa lo tenesse in una perpetua agitazione ansiosa».

(Italo Calvino, Palomar, 1983)

venerdì 16 maggio 2008

Libertà di stampa bis

«The time, it is to be hoped, is gone by, when any defence would be necessary of the "liberty of the press" as one of the securities against corrupt or tyrannical government. No argument, we may suppose, can now be needed, against permitting a legislature or an executive, not identified in interest with the people, to prescribe opinions to them, and determine what doctrines or what arguments they shall be allowed to hear».
(John Stuart Mill, On Liberty, 1859)

Petrolio

«Il coraggio intellettuale della verità e la pratica politica sono due cose inconciliabili in Italia.»


(Pier Paolo Pasolini, "Cos'è questo golpe? Io so", Corriere della sera, 14 novembre 1974)

giovedì 15 maggio 2008

Libertà di stampa

«Confesso di non nutrire per la libertà di stampa quell'amore totale ed immediato che si può provare per le cose sovranamente buone per natura. L'amo in considerazione dei mali che impedisce, più che per il bene che produce».
(Alexis de Tocqueville, La democrazia in America, 1835)

«Quando si concede a ciascuno il diritto di governare la società, bisogna riconoscergli la capacità di scegliere fra le differenti opinioni dei suoi contemporanei e di valutare i vari fatti la cui conoscenza può servirgli da guida.
La sovranità del popolo e la libertà di stampa sono quindi due elementi strettamente correlati: la censura e il voto universale sono invece due cose che si contraddicono e non possono coesistere a lungo nelle istituzioni politiche».
(Alexis de Tocqueville, ibidem)

«Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure».
(art. 21 Cost.)

«Se l'offesa è recata col mezzo della stampa [...] la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore a €516.
Se l'offesa è recata a un Corpo politico, amministrativo o giudiziario, o ad una sua rappresentanza, o ad una sua Autorità costituita in collegio, le pene sono aumentate».
(art. 595 Cod. Pen.)

mercoledì 14 maggio 2008

Fatta l'Italia

«Gl'italiani non hanno costumi: essi hanno delle usanze. Così tutti i popoli civili che non sono nazioni».

(Giacomo Leopardi, Zibaldone, 9 luglio 1823) 

Metti una sera

«Conoscere i luoghi, vicino o lontani, non vale la pena, non è che teoria; saper dove meglio si spini la birra, è pratica vera, è geografia.»

(Johann Wolfgang von Goethe)

martedì 13 maggio 2008

Relatività

«Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima.»
(Albert Einstein)

lunedì 12 maggio 2008

Per la ragione tornerà l'autunno

«Solo la scissione e il contrasto rendono ricca e fiorente una vita. Che sarebbero la ragione e la temperanza senza la conoscenza dell'ebbrezza, che sarebbe il piacere dei sensi, se dietro di esso non stesse la morte, e che sarebbe l'amore senza l'eterna mortale ostilità dei sessi?»

(Hermann Hesse, Narciso e Boccadoro, 1930) 

Per la cura

«Amici, non piangete, è soltanto sonno arretrato.»
(Epitaffio sulla lapide di Walter Chiari, 1991)

venerdì 9 maggio 2008

Il ministero per la semplificazione

«Take It easy, take it easy!
Don't let the sound of your own wheels
drive you crazy.
Lighten up while you still can
don't even try to understand.
Just find a place to make your stand
and take it easy».
(da Take It Easy, Eagles, 1972)

giovedì 8 maggio 2008

Verso il Quirinale

«Ora, se dovessimo imbatterci in qualche tutore della legge nessuno fa un cazzo di niente finché io non faccio qualcosa.»
«Capito.»
«Che cosa ho detto?»
«Non fare un cazzo, a meno che...»
«A meno che...»
«...non lo faccia lei per primo.»
«Sei davvero un bambino prodigio».

(da Pulp Fiction, di Quentin Tarantino, 1994)


mercoledì 7 maggio 2008

La via di casa

«Once there was a way to get back homeward 
once there was a way to get back home 
sleep pretty darling do not cry 
and I will sing a lullaby» 

(da Golden Slumbers, the Beatles, 1969) 

Washington Square

«She ordered a cup of tea, which proved excessively bad, and this gave her a sense that she was suffering in a romantic cause.»

(Henry James, Washington Square, 1881)

«Si è orgogliosi quando si ha qualcosa da perdere, e umili quando c'è qualcosa da guadagnare.»

(Henry James)


lunedì 5 maggio 2008

Normalmente stupido

«Invidiava loro tutto ciò che non sapevano.»
(Oscar Wilde, Il Delitto di Lord Arthur Savile, 1891)

sabato 3 maggio 2008

venerdì 2 maggio 2008

Quello che manca

«Alle volte uno si crede incompleto ed è soltanto giovane».

(Italo Calvino, Il visconte dimezzato, 1951)

giovedì 1 maggio 2008

Il concertone

«Please don't put your life in the hands of a rock & roll band, it'll throw it all away».

(da Don't Look Back in Anger, Oasis, 1995)