martedì 25 ottobre 2011

1960s

«Un giorno o l'altro, — profetizzava lei, — per queste cose ci saranno i computer, e non dovrai far altro che digitare quello che cerchi, o meglio ancora dettarglielo a voce — come con HAL, l'elaboratore di 2001: Odissea nello spazio — per ricevere più notizie di quante te ne sia mai sognate, su tutti i lotti nel Bacino di L.A., fino alle concessioni terriere degli spagnoli: diritti sull'acqua, ipoteche, storico dei mutui, tutto quello che vuoi: dài retta a me, ci arriveremo».

(Thomas Pynchon, Vizio di forma, 2009)

martedì 11 ottobre 2011

Amleto dello scrittore

«Non mi ricordo chi l'ha detto, ma la vita si rivela spesso più strana di un romanzo. Dovrò affrontare questo problema quando scriverò il mio: è meglio essere più, o meno, incredibili della realtà? È meglio procedere con forti dosi o con il contagocce? È meglio esagerare o andarci piano? È meglio aggiungere o togliere? Ah! Cazzo! Com'è difficile l'arte!»

(Raymond Queneau, Il diario intimo di Sally Mara, 1962)